Carlo Olmo, 60mila Euro per far studiare i figli delle famiglie colpite dal COVID-19

L’avvocato vercellese è stato il primo fare una donazione al fondo «Il sogno
continua» lanciato dall’associazione Upo Alumni.


VERCELLI – Soldi per le mascherine prima, soldi per gli studenti dopo: Carlo Olmo,
avvocato di Vercelli, ha raccolto l’appello dell’associazione Upo Alumni e ha donato 60
mila euro che serviranno a sostenere le spese di studio per quei ragazzi le cui famiglie
rischiano di non poterlo più fare per gli effetti economici del coronavirus.


La storia di Olmo


L’avvocato Olmo ha una storia personale incredibile: orfano, adottato da una famiglia
benestante di Vercelli, ha poi lasciato l’avvocatura quando, dopo aver fatto assolvere uno
spacciatore, ha capito che il suo cliente era, in realtà, colpevole. Da quel momento, la sua
vita è cambiata e, grazie anche all’amore per le arti marziali, si è avvicinato alle filosofie
orientali. Inoltre, ha stretto forti legami di amicizia in paesi come la Cina. Qui Olmo aiuta
molti abitanti di villaggi poveri e qui nasce il suo soprannome di «Lupo bianco», animale
buono che lascia come testimonianza del suo passaggio la sua possente orma.
Chi aiuta sa sempre trovare aiuto
«Chi aiuta sa sempre trovare aiuto» dice Massimo Gramellini raccontando la sua storia
nella puntata di «Buonasera», andata in onda su Rai3 lo scorso 11 aprile. E quei legami e
quegli aiuti che Olmo aveva portato in Cina, ora tornano in Italia: nelle prime settimane
della pandemia, l’avvocato riesce a far arrivare in diverse città e paesi del Piemonte
centinaia di migliaia di mascherine, sovrascarpe, camici, visiere e altri dispositivi di
protezione. Tutti pagati di tasca sua.
La nuova donazione
Adesso ha donato altri 60 mila euro che serviranno a sostenere i costi per decine di
studenti iscritti all’Università del Piemonte Orientale. E ha anche anticipato che, nei
prossimi giorni, aggiungerà un altro “mattoncino”, per supportare altri corsi di studio.
Carlo Olmo è stato il primo a raccogliere l’appello lanciato da Francesca Boccafoschi che,
a nome dell’associazione di ex universitari (ora laureati) Upo Alumni, aveva aperto la
sottoscrizione «Il sogno continua, il cui obiettivo è raccogliere 350 mila euro, così da
garantire il diritto allo studio ai figli di quei genitori messi in ginocchio dal Covid. Anche per
continuare idealmente gli interventi con cui ha fornito mascherine e protezioni, Olmo ha
chiesto che la sua donazione fosse destinata agli studenti di Medicina e delle professioni
legate alla sanità

Io devo studiare sodo e preparare me stesso perché prima o poi verrà il mio momento.
(Abraham Lincoln)

.


Assicurare a tutti le stesse opportunità


“Come privato cittadino ed ex studente universitario – ha detto –, sento forte il senso di
appartenenza e l’esigenza di assicurare a tutti le stesse opportunità di studiare e di
arrivare alla laurea: gli studenti meritevoli e in difficoltà economiche devono poter coronare
il loro sogno, che per osmosi diventa anche il nostro».
L’ultima donazione di Olmo ricorda l’intervento del miliardario americano Robert F. Smith,
numero uno di un grande fondo di investimento: lo scorso anno, si accollò i debiti dei
laureandi all’università americana di Morehouse spendendo 40 milioni di dollari.


Fonti:
https://tgvercelli.it/maxi-donazione-allupo-olmo-consentira-decine-giovani-continuare-gli-
studi/

https://www.huffingtonpost.it/entry/un-miliardario-paghera-40-milioni-di-debiti-degli-studenti-di-ununiversita-americana_it_5ce27171e4b09e0578079998https://www.youtube.com/watch?v=X450XD_o4Zc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *